Acque reflue depurate da utilizzare nelle colture locali

Appia Day: anche Gravina racconta la via Appia
09/10/2020
Appia Day: passi nella storia
09/10/2020

Acque reflue depurate da utilizzare nelle colture locali
Se ne parla in Comune con associazioni di categoria e tecnici

Utilizzare le acque reflue di depurazione non soltanto per eventuali operazioni di spegnimento degli incendi boschivi, ma anche per garantire risorse idriche utili per le colture locali. Questo il tema dell’incontro tenutosi nella mattinata di Giovedì 8 Ottobre in Comune a Gravina in Puglia, tra tecnici, sindacati e referenti delle associazioni di categoria agricole. A promuovere la riunione, l’assessorato all’ambiente guidato da Aldo Dibattista e quello all’agricoltura e al bosco, diretto da Felice Lafabiana. Obiettivo: definire al meglio le possibili declinazioni in ambito agricolo del progetto – avviato e finanziato dalla Regione Puglia – che prevede l’impiego delle acque reflue per la prevenzione degli incendi all’interno del Bosco Difesa Grande. “Con il miglioramento del servizio irriguo a favore del comparto agricolo – commentano gli assessori Lafabiana e Dibattista – troveremmo maggiori risparmi, sia in termini economici per i nostri coltivatori che pagherebbero un canone davvero irrisorio, ottenendo così un servizio migliore ad un costo più basso, sia in termini di impatto ambientale, perché ciò consentirebbe di lasciare a riposo le falde acquifere sottostanti”. La discussione proseguirà nei prossimi giorni: “I presupposti per continuare a muoverci lungo questa direttrice – concludono Lafabiana e Dibattista – ci sono, per questo promuoveremo altri incontri e unitamente agli agricoltori continueremo a vagliare tutti gli aspetti della questione”.

Gravina in Puglia, 09 Ottobre 2020
Comune di Gravina in Puglia

CORONAVIRUS