Gravina adotta i suoi spazi verdi

Scrutatori: si procederà con sorteggio Unanime la decisione di dare spazio a disoccupati e giovani Appuntamento in seduta pubblica lunedì 14 novembre alle 10.30 nei saloni del consiglio
10/11/2016
Sottopasso: martedì 15 novembre la riapertura Intanto RFI e FAL siglano l’accordo per l’installazione di ascensori per persone con disabilità Decisivo l’incontro convocato dall’assessore regionale Giannini su richiesta del sindaco Valente
11/11/2016

COMUNICATO STAMPA

Gravina adotta i suoi spazi verdi
Le principali rotatorie cittadine adottate da gruppi imprenditoriali
Valente: «Esempio importante nel cammino verso una cittadinanza attiva consapevole»

Gravina si prende cura di sè.
È giunto a compimento, con la sottoscrizione delle convenzioni tra il Comune e le società risultate aggiudicatarie, il cammino intrapreso la scorsa primavera dal Municipio, con l’obiettivo di favorire l’adozione di aree verdi da parte di privati. Diverse le proposte presentate. Premiate quelle che, oltre al rispetto dei requisiti formali fissati nell’avviso pubblico, hanno meglio interpretato con i loro progetti il duplice scopo perseguito dall’amministrazione comunale: responsabilizzare la comunità e garantire una sempre maggior tutela degli spazi pubblici. «L’esperimento – precisa l’assessore al verde pubblico Gino Lorusso – si estenderà presto ad altri beni comuni, ma essendo l’inizio incoraggiante, per come le diverse richieste pervenute testimoniano, le prospettive sono rosee. Iniziamo dalle principali rotatorie, che per i prossimi 2 anni, gratuitamente e senza scopo di lucro, saranno gestite dai privati che ne hanno fatto richiesta sulla base di idee progettuali ben documentate, ritenute meritevoli dal Settore ambiente, guidato da Franco Parisi».
Nello specifico: la rotonda di via Archimede, nel cuore della zona Pip, sarà presa in consegna dalla “Form design srl”. La “Directa srl” curerà le sorti della rotonda di via Spinazzola, mentre “Silbion srl” e “Unika” si faranno carico, rispettivamente, di quelle di via Bari e di via Corato. «A quanti hanno inteso rispondere al nostro appello, ed ai tanti che hanno chiesto di fare altrettanto per altri spicchi di città», commenta il sindaco Alesio Valente, «va un sincero ringraziamento a nome dell’intera comunità gravinese. È un passo importante, deciviso per la costruzione di un percorso di cittadinanza attiva consapevole. È questo l’orizzonte al quale tendere, nella consapevolezza che solo attraverso la collaborazione tra cittadini ed istituzioni si potrà costruire, pezzo dopo pezzo, passo dopo passo, la Gravina che vogliamo».

Gravina in Puglia, 10 novembre 2016
Ufficio Stampa
Comune di Gravina in Puglia

CORONAVIRUS