Hub vaccinale: sopralluogo del DG della Asl Bari Sanguedolce: “Struttura tra le migliori sin qui visitate”

Concorsi comunali: al via le prove preselettive per i candidati ammessi con riserva
13/05/2021
Giornata Mondiale di sensibilizzazione alla sclerosi tuberosaIl Comune si tingerà di blu nella serata di Sabato 15 Maggio
14/05/2021

Hub vaccinale: sopralluogo del DG della Asl Bari Sanguedolce: “Struttura tra le migliori sin qui visitate”

 

Nella mattinata di Giovedì 13 Maggio il direttore generale dell’Asl Bari, Antonio Sanguedolce, accompagnato dal sindaco Alesio Valente, è stato a Gravina in Puglia, per un sopralluogo all’hub vaccinale allestito nel parco Fiere di via Spinazzola. “La struttura – ha commentato Sanguedolce, al termine della visita – è tra le migliori che abbiamo visto ed ha consentito di effettuare un numero di vaccinazioni davvero elevato. Il centro è stato organizzato in maniera perfetta, i percorsi e gli spazi sono più che adeguati”. Inoltre, il Dg dell’Asl Bari ha rivolto un ringraziamento “agli operatori sanitari, alle associazioni, ai volontari, alla Protezione Civile ed ai sindaci: grazie a loro stiamo ottenendo ottimi risultati in tutta la Regione”. Unione d’intenti e piena disponibilità alla sinergia istituzionale sono state espresse anche dal sindaco Valente: “Voglio ringraziare il direttore generale – ha detto il primo cittadino gravinese – perché davvero ci sta accompagnando in questa delicata fase della vaccinazione, rispondendo sempre ai nostri quesiti. E quando c’è collaborazione tra le istituzioni, si ottengono i grandi risultati. Difatti il direttore Sanguedolce, discutendo delle questioni sanitarie sul tappeto, ha garantito massimo impegno per la risoluzione delle problematiche legate al centro di riabilitazione neuropsichiatrico infantile di Gravina che appunto, resterà aperto nella nostra città. In questo ambito si stanno vagliando soluzioni per migliorare l’accoglienza e le strutture, così che possano essere ancor più efficienti”.

 

Gravina in Puglia, 13 Maggio 2021

Comune di Gravina in Puglia

CORONAVIRUS