Peba: se ne parlerà in comune Martedì 14 Dicembre Continua il confronto con cittadini ed associazioni

Shtar Lab: La Città invisibile svelata nel l’itinerario del Museo di arte urbana Lunedì 6 Dicembre il racconto del progetto di Street art
05/12/2021
Progetto di cooperazione territoriale europea F.A.M.E. ROAD Il Comune organizza un Focus Group Lunedì 13 dicembre ore 18:00
10/12/2021

Peba: se ne parlerà in comune Martedì 14 Dicembre
Continua il confronto con cittadini ed associazioni

Peba: se ne discuterà in Comune nella giornata di Martedì 14 Dicembre, con inizio dei lavori alle 16.30. Entrano nel pieno dell’operatività i lavori di redazione del Piano per l’eliminazione delle barriere architettoniche, attraverso gli incontri programmati con cittadini ed associazioni del Terzo settore, coordinati dalla vicesindaca con delega alle Politiche per l’inclusione sociale, Claudia Stimola, e dall’assessora alla Rimozione delle barriere architettoniche, Anna Gramegna. Obiettivo dichiarato: creare una mappatura dei punti di criticità delle aree cittadine, al fine di segnalarli e modificarli, oltre che di integrare i servizi in base a sette parametri prestabiliti, migliorandone così la fruibilità e l’accessibilità.

“Gli incontri – commentano la vicesindaca Stimola e l’assessora Gramegna – sono indispensabili al completamento della raccolta dei dati utili alla pianificazione del Peba ed alla definizione degli interventi che seguiranno, relativamente agli accessi di strade e piazze, edifici pubblici e spazi privati, per rendere inclusivo e concreto il cammino che ci siamo prefissati di compiere con la nostra comunità tutta”.

Informazioni più dettagliate sono disponibili nella sezione dedicata del sito internet del Comune di Gravina in Puglia, all’indirizzo https://www.comune.gravina.ba.it/peba/.

Per registrarsi e partecipare all’evento occorre compilare il form al link https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSewSS6y–cAer-RGFkoA7TVLHynfzZoge_myMhPAqXT-FQSKA/viewform

Gravina in Puglia, 10 Dicembre 2021

Comune di Gravina in Puglia

CORONAVIRUS