“Rammendo quartiere San Sebastiano”: avanti con il progetto

Proseguono gli interventi di disinfestazione della città
16/06/2021
PUMS: prosegue la fase del confronto con la città
18/06/2021

COMUNICATO STAMPA

“Rammendo quartiere San Sebastiano”: avanti con il progetto

Il Comune si candida al contributo ministeriale

Va pian piano componendosi il quadro delle progettualità previste dal Municipio per la riqualificazione del quartiere di San Sebastiano. Nuovo tassello, così come deliberato dalla giunta comunale guidata dal sindaco Alesio Valente, un trittico di opere candidate a finanziamento: la riqualificazione dell’area denominata del “Tiro al segno”; la bonifica di viale dei Pini; la riconversione di un’ala del convento di San Sebastiano a centro per l’infanzia. Tre iniziative tra loro legate, da sostenere – nelle intenzioni del Municipio – attingendo alla misura di sostegno prevista dal Dpcm 21 Gennaio 2021, attraverso il quale viene elargito un contributo fino ad un massimo di 5 milioni di euro per ciascun progetto  – presentato dai Comuni con popolazione compresa tra i 15.000 e i 49.999 abitanti – volto a “ridurre i fenomeni di marginalizzazione, degrado sociale e a migliorare la qualità del decoro urbano e del tessuto sociale ed ambientale”.
Il piano di riutilizzo dello spazio dell’ex “Tiro a segno”, in particolare, di circa 3 mila mq e del valore complessivo di 4.421.260 euro, prevede la creazione di percorsi, campi da calcio, basket, tiro con l’arco, tennis ed equitazione. “Puntiamo alla creazione di un polo sportivo, in un luogo assai suggestivo che attualmente versa in stato di abbandono”, commenta il primo cittadino gravinese, riconducendo l’iniziativa a quanto già fatto nell’ambito del Piano nazionale per la riqualificazione culturale e sociale delle aree urbane degradate, con due milioni di euro ottenuti inizialmente dal Comune, ai quali si è poi aggiunto un altro finanziamento milionario tramite il Patto per le Periferie tra Governo e Città Metropolitana, già nel 2015. “Conclusi i lavori dedicati alla struttura dell’ex mattatoio – prosegue il sindaco Valente – ci stiamo adoperando per dare vita ad un centro vivo e pulsante grazie ai poli dell’infanzia, allo spazio di co-working cui alcuni ambienti dell’ex mattatoio verranno destinati, passando per le finalità sociali e culturali per le quali questi contenitori sono stati pensati. E’ stata inoltre anche migliorata la viabilità, cosa che ci si propone di fare anche con viale dei Pini, per rompere l’isolamento di questo popolatissimo quartiere, ricucendo lo strappo tra i margini ed il resto della nostra città, per portare le periferie sempre più al centro”.

Gravina in Puglia, 18 Giugno 2021

Comune di Gravina in Puglia

 

CORONAVIRUS