Scorie radioattive: formalizzata l’adesione del Comune di Gravina al seminario nazionale

Mensa scolastica: prorogati i termini per richiedere il rimborso del credito residuo
09/09/2021
Fondi per gli Istituti scolastici: circa 3,5 milioni di euro per il Comune
16/09/2021

Scorie radioattive: formalizzata l’adesione del Comune di Gravina al seminario nazionale

Entra nel vivo la fase consultiva tra Sogin e Regioni interessate dalla Cnapi, sul deposito unico nazionale per lo stoccaggio di scorie radioattive a bassa e media intensità. Il Comune di Gravina in Puglia ha formalizzato la propria adesione al seminario nazionale – calendarizzato per le regioni Puglia e Basilicata per il 26 e 27 Ottobre prossimi – nell’ambito del quale verranno presentate le controdeduzioni tecniche necessarie a dimostrare che il territorio di Gravina in Puglia, per le proprie caratteristiche geomorfologiche, culturali e ambientali, risulta inadeguato ad ospitare le scorie. A rappresentare il Comune sarà Antonello Fiore, geologo della Regione Puglia, incaricato di relazionare sulle controdeduzioni circa la Cnapi, è presidente in carica della Sigea (Società italiana di geologia ambientale). “Continueremo ad opporci a quello che potrebbe essere un vero e proprio scempio del nostro territorio, laddove il deposito nazionale ricadesse nella nostra terra”. Una posizione chiara e netta quella del primo cittadino gravinese, Alesio Valente, che aggiunge: “Raccolti i pareri delle realtà associative gravinesi, grandi conoscitrici del nostro territorio, unitamente alle tesi esposte dalla Regione, avremo occasione nel tempo che ci verrà concesso di supportare in maniera incisiva ed inconfutabile che per la sua natura la nostra terra non può assolutamente essere sede di un deposito di scorie nucleari”.

Gravina in Puglia 10 Settembre 2021

Comune di Gravina in Puglia

CORONAVIRUS