Shtar Lab: La Città invisibile svelata nel l’itinerario del Museo di arte urbana Lunedì 6 Dicembre il racconto del progetto di Street art

Emergenza Covid: nuove misure di sostegno ai cittadini
01/12/2021
Peba: se ne parlerà in comune Martedì 14 Dicembre Continua il confronto con cittadini ed associazioni
10/12/2021

Shtar Lab: La Città invisibile svelata nel l’itinerario del Museo di arte urbana

Lunedì 6 Dicembre il racconto del progetto di Street art

 

 Lunedì 6 Dicembre, alle ore 18.30,  presso le Officine Culturali “Peppino Impastato” di Gravina in Puglia, il racconto del progetto di Street art. Trova la sua dimensione tra gli spazi cittadini, plasmato attraverso un racconto per graffiti, il Museo di arte urbana che a tappe svela “La città invisibile. Un’archeologia delle tracce”. Tracce lasciate nel tempo, stratificatesi in storie, aneddoti, tradizioni e tradottesi nella realizzazione di sette opere murarie. Un progetto, quello messo a punto dal Comune di Gravina in Puglia, in collaborazione con la Fondazione E.P. Santomasi, nato in qualche modo dall’idea di consegnare nelle mani degli Street artists – già nel 2016 tramite un regolamento approvato in giunta comunale – mura e spazi della città da riqualificare e reinterpretare. Il cammino dei murales è stato reso possibile grazie ad un finanziamento di circa 40 mila euro, messi a disposizione dalla Regione Puglia tramite l’avviso pubblico “Shtar Lab”  POR PUGLIA 2014-2020 – Asse VI – Azione 6.7 – “Procedura negoziale per la selezione di interventi di potenziamento dell’offerta dei beni del patrimonio culturale attraverso la realizzazione di opere e servizi di Street art” messo a punto attraverso incontri, laboratori e spunti giunti da artisti (Roberto Capriuolo, FNKey?, Spit, Emanuele Poki, Marta Lorenzon, Davide Mangione, Amalia Tucci) associazioni (Anpana, Punto GG) e curatori (Alessandra Costantiello e Francesco Calderoni). “Un’azione collettiva e sistemica – commenta il sindaco Alesio Valente – fortemente voluta da tutti noi, per dimostrare che il comparto culturale deve essere valorizzato, come volano per le eccellenze del territorio mettendo inoltre al centro – prosegue il primo cittadino – il parco archeologico Botromagno dal quale si snoda questo percorso fatto di immagini, parole e performance teatrali”. Un cantiere creativo al quale hanno collaborato operatori culturali, enti e istituzioni che attraverso la creazione di nuovi prodotti e servizi  “consentiranno – aggiunge la vicesindaca con delega alla cultura, Claudia Stimola “nel tempo, la nascita di sempre più importanti progetti di fruizione innovativa in grado di attivare percorsi culturali di relazione pubblica, sociale e collettiva”.Tutti i dettagli relativi all’evento, alla pagina Facebook dedicata: La Città invisibile – Un museo di arte urbana. Le informazioni sul progetto, il regolamento comunale per le opere di Street art invece, sono fruibili all’indirizzo www.comune.gravina.ba.it. Per partecipare occorrerà prenotarsi tramite il form al link: https://urly.it/3gr58

 

Gravina in Puglia 5 Dicembre 2021

Comune di Gravina in Puglia

 

CORONAVIRUS