Sp 27 Tarantina: il sindaco Valente incontra la ministra De Micheli

L’Europa per i cittadini
04/02/2020
Maltempo: il Comune raccomanda maggiore attenzione nell’esposizione delle pattumelle
05/02/2020

Sp 27 Tarantina: il sindaco Valente incontra la ministra De Micheli
Sul tavolo due ipotesi: allargamento della Provinciale e variante della Statale 96
Nei prossimi giorni ulteriore incontro tra Mit e Anas per definire l’opzione migliore

Collegare Gravina alla Statale 96 Barese. Attraverso la messa in sicurezza e l’allargamento della Sp 27 Tarantina, oppure con la realizzazione di una variante nord della stessa Statale.
Questi, in sintesi, il tema e l’esito dell’incontro tenutosi a Roma, negli uffici del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, tra la ministra Paola De Micheli ed il sindaco di Gravina in Puglia, Alesio Valente, presenti anche l’ingegner Onofrio Tragni, funzionario dell’Area Tecnica del Comune; il deputato Ubaldo Pagano e due dei più stretti collaboratori della ministra, Andrea Pacella e Gianluca De Cristofaro, Mauro Antonelli, capo della segreteria tecnica del Mit. Il faccia a faccia era stato richiesto nei giorni scorsi dal primo cittadino gravinese, al fine di individuare soluzioni adeguate ai problemi di sicurezza della Sp 27 Tarantina, una delle strade a più alto tasso di incidentalità della Terra di Bari anche a causa dell’aumento di traffico derivante dall’essere divenuta la stessa il principale asse di collegamento tra la città del grano e del vino e la Statale 96. «La questione – ricorda Valente – era stata affrontata già qualche giorno fa, nel corso di una manifestazione pubblica promossa dal consigliere metropolitano Mimmo Cardascia con la partecipazione del sottosegretario al Mit, Salvatore Margiotta e del deputato Marco Lacarra. In quella sede, raccogliendo le sollecitazioni venute da più parti, non ultimo dal mondo sindacale e da quello delle imprese, anche al fine di rompere il dannoso stato di isolamento viario in cui Gravina è stata relegata, si era aperto un confronto istituzionale che è proseguito ora, con la ministra De Micheli, alla quale va il ringraziamento per aver immediatamente raccolto il nostro appello». Dal confronto in sede romana, prosegue il sindaco, «è emersa attenzione a due ipotesi: la prima punta sulla messa in sicurezza e sull’allargamento della Sp 27 Tarantina, per trasformarla in strada a scorrimento veloce. La seconda, invece, che ritengo sarebbe oggettivamente preferibile, mira alla realizzazione di una variante a nord della Statale 96, con quest’ultima che poggerebbe su una progettazione già curata dall’Anas ma poi finita nel cassetto e che noi abbiamo chiesto di ripescare e rivalutare, per verificarne la fattibilità». Un invito che «la ministra De Micheli ha condiviso», aggiunge Valente, «incaricando i suoi collaboratori di fissare uno specifico incontro tra Mit e Anas, già nei prossimi giorni, proprio per approfondire la tematica e dar corso ad un confronto che, su nostra sollecitazione, sarà esteso anche alla Città Metropolitana di Bari, competente sulla Sp 27 Tarantina, riguardo alla quale, anche grazie all’instancabile impegno dei consiglieri metropolitani Mimmo Cardascia e Antonio Stragapede, continuiamo a lavorare perché comunque si pongano in essere interventi in grado di assicurarne le condizioni minime di sicurezza».

Gravina in Puglia, 5 Febbraio 2020
Comune di Gravina in Puglia

ACCEDI AI SERVIZI