Una voce gravinese alla finale dello Zecchino d’Oro La piccola Angela Lorusso all’Antoniano con “Un giorno a colori” La giovanissima cantante ricevuta in Comune dal sindaco Alesio Valente

INDAGINE DI MERCATO PER INCARICO PROFESSIONALE VARIANTE ZONE C3
03/11/2015
Medici in sciopero della fame: la solidarietà del sindaco Valente Il primo cittadino incontra Francesca Mangiatordi e Francesco Papappicco Sollecitati la ripresa del dialogo e l’intervento di Azienda sanitaria e Regione Puglia
05/11/2015

COMUNICATO STAMPA

Una voce gravinese alla finale dello Zecchino d’Oro.
La piccola Angela Lorusso all’Antoniano con “Un giorno a colori”.
La giovanissima cantante ricevuta in Comune dal sindaco Alesio Valente

Gravina prova a far suo lo Zecchino d’Oro. La cinquantottesima edizione del festival internazionale della canzone del bambino avrà tra i suoi finalisti Angela Lorusso, che a 8 anni cercherà di iscrivere il proprio nome tra i vincitori della rassegna canora ideata da Cino Tortorella, quest’anno in programma dal 17 al 21 novembre prossimi al teatro Antoniano di Bologna, con trasmissione in mondovisione sulle frequenze di Rai Uno.
Ormai prossima alla partenza, la giovanissima cantante, accompagnata dalla mamma Lucia, è stata ricevuta stamane in Comune dal sindaco Alesio Valente. «Sono contenta di andare a Bologna: già questo per me è un sogno», ha spiegato sorridendo al primo cittadino. Alunna della scuola primaria “Padre Pio”, dove frequenta la classe terza, è lanciatissima sulle orme del fratello Giuseppe, oggi adolescente ma già affermato nel panorama musicale internazionale e nel 2011, a sua volta, anch’egli finalista allo Zecchino d’Oro.

All’Antoniano Angela Lorusso arriverà dopo aver superato una durissima selezione che in tutta Italia, nei mesi scorsi, ha coinvolto 5.000 fanciulli: superata con successo ad agosto la prima prova, svoltasi a porte chiuse a Matera, nelle settimane successive a Cisternino ha sbaragliato la concorrenza guadagandosi il diritto di accesso alla finale con “Un giorno a colori”, un brano di Stefano Mazzesi nel quale, ha anticipato, «si racconterà di una gita con papà in un mondo di colori». «Resterò incollato al televisore – ha garantito il sindaco – per fare il tifo per lei. Sono sicuro che altrettanto farà l’intera comunità gravinese, con l’orgoglio di vedere un’altra figlia di questa terra scrivere una bella pagina di storia cittadina». Ha quindi aggiunto Valente: «Angela Lorusso è il simbolo di tanti giovani talenti nostrani. Le auguro ogni bene. Per me ha già vinto. Comunque vadano le cose, al suo ritorno a casa sarò lieto di accoglierla di nuovo in Comune per ribadirle la nostra gratitudine, per aver contribuito a far conoscere la vera Gravina».

Dopo essere stata al centro – di recente – della fiction diretta da Marco Tullio Giordana (“Se ti diranno di me”, presto in prima serata proprio su Rai Uno) e di diverse trasmissioni televisive, tra le quali da ultimo “Ulisse”, condotta da Alberto Angela, la città del grano e del vino tornerà infatti sul piccolo schermo col servizio realizzato dalle telecamere Rai, giunte a Gravina per svelarne il fascino agli italiani presentando Angela Lorusso ed il suo mondo a colori.
Gravina in Puglia, 4 novembre 2015

Ufficio Stampa
Comune di Gravina in Puglia

CORONAVIRUS